Storie di Donne

Ancora oggi esistono molte discriminazioni nei confronti delle donne che esercitano la professione di medico e chirurgo, le cariche più importanti in ambito sanitario sono spesso assegnate agli uomini, nonostante ci siano donne che svolgono questa professione meglio di molte uomini. Non tutti conoscono Elizabeth Garrett Anderson che è stata la prima donna chirurgo in Inghilterra. Elizabeth Garrett Anderson fu una donna che è riuscita ad affermarsi come medico chirurgo e sindaco nel lontano 1800 in cui solo gli uomini avevano accesso a determinati ruoli.

Nacque il 9 giugno 1863 a Londra seconda di 11 figli. A causa dei costumi dell’epoca, una donna non poteva studiare, per cui fu costretta a ricevere una istruzione familiare, prima da sua madre e poi da una istruttrice. Dopo qualche anno Elizabeth volle studiare in una classe con un’insegnante di ruolo ed insieme a suoi coetanei. Il padre desiderava dare ai suoi figli un insegnamento più elevato possibile, per cui iscrisse sia Elizabeth che sua sorella ad un collegio femminile dove si dedicò agli studi di letteratura Inglese, Italiana, Francese e Tedesca, in seguito si dedicò per i successivi nove anni al lavoro di casalinga.

Qualche anno dopo Elizabeth conobbe la prima donna divenuta medico negli stati uniti e da quell’incontro fu ispirata e diventare un medico specializzato in chirurgia.Il padre inizialmente si oppose all’idea della figlia di diventare un medico ma dopo poco si ricredette, e promise alla figlia di aiutarla in quella battaglia.

Elizabeth decise di studiare medicina, ma le facoltà di medicina a cui presentava domanda di ammissione rifiutavano le sue domande. Cominciò allora la sua carriera come infermiera a Londra, dove dimostrò competenza e professionalità.

Durante la carriera da infermiera, iniziò a studiare anatomia, medicina e chimica, ma diventò ben presto una presenza scomoda tra gli studenti maschi che presentarono una lettera alla dirigenza contro la sua ammissione come ricercatrice. Fu quindi obbligata ad abbandonare l’ospedale.

Nei successivi tre anni frequentò studi privati di medicina ed ottenne la licenza dalla società dei farmacisti.
Nonostante il diploma, però, come donna, Elizabeth non poteva assumere nessun ruolo all’interno degli ospedali, allora aprì uno studio privato e dopo alcuni mesi una clinica privata dedicata alla cura delle persone povere.

Elizabeth fondò una scuola di medicina per sole donne e ne diventò una insegnante. In seguito fu eletta sindaco di Aldeburgh diventando la prima donna in Inghilterra a coprire tale carica. Fu membro del movimento per il raggiungimento del suffragio femminile presentando una petizione firmata da donne in cui si richiedeva che venisse concesso il diritto di voto alle donne.

Il ruolo di Elizabeth di moglie e madre non le impedì di raggiungere importanti traguardi non solo nel campo della medicina ma anche nel campo della politica e a favore del suffragio femminile andando contro gli stereotipi dell’epoca, e dimostrando di essere in grado di esercitare diversi ruoli con dedizione e professionalità.
Elizabeth è stata la prima donna inglese a qualificarsi come chirurgo, fu cofondatrice del primo ospedale amministrato da donne, prima direttrice della British Medical School (la prima scuola di medicina inglese), prima donna laureata di Francia, prima donna in Inghilterra ad essere eletta nel consiglio di amministrazione di una scuola e come sindaco di Aldeburgh, prima donna sindaco e magistrato d’Inghilterra.

Morì alla veneranda età di 81 anni ed è ancora oggi uno dei più grandi esempi d’ispirazione per le donne medico di tutto il mondo.

TOP

X